Le novità di Electrolysis per gli utenti Firefox

La novità era già stata annunciata nei mesi passati, e molto attesa da tutti gli utenti affezionati del browser web Mozilla Firefox, oltre che da tutti coloro che desiderano sempre essere informati in tempo reale sulle innovazioni della navigazione in internet. Stiamo parlando di Electrolysis, l’innovativa tecnologia che renderà Firefox il primo browser ad avere una gestione separata delle varie schede di navigazione tramite il sistema multi processo e10s. In pratica, grazie ad Electrolysis, diversamente da quanto accade attualmente in tutti i browser web, c’è una gestione separata dell’interfaccia utente e dei contenuti della pagina che si sta visitando.

Questo riesce a risolvere molti problemi di conflitto di linguaggi che si potrebbero generare (come, spesso e volentieri, accade) e soprattutto rende la navigazione più fluida, veloce e gestibile. Con la nuova versione di Mozilla 48 quindi sarà possibile iniziare a sperimentare questa nuova tecnologia, anche se a dire la verità solo pochissimi tra gli utenti del Panda Rosso potranno davvero beneficiare del sistema multi processo. Difatti per ora solo chi non possiede estensioni e add-ons sul browser godrà dei vantaggi di Electrolysis, vale a dire appena l’1% dell’intera base di utenti Firefox. Presto però, quando verrà rilasciata la versione 49, potranno beneficiare di Electrolysis anche coloro che non usano che un numero limitato di add-ons. Infine, dalla versione 50, la nuova tecnologia sarà fruibile da parte di tutti. In soldoni, avere questo nuovo sistema di navigazione significa risparmiarsi per sempre la fastidiosa esperienza delle pagine bloccate e degli script che rendono impossibile andare avanti con l’esplorazione delle pagine aperte, cosa davvero irritante per chi l’ha provata anche solo una volta. Il consumo della CPU viene infatti notevolmente ridotto, con un miglioramento delle prestazioni generali del pc che si sta utilizzando. Chi desidera sapere se Electrolysis è compatibile con il proprio personal computer, non deve fare altro che digitare la frase “about:config” nella barra degli indirizzi e verificare se compare la scritta “Multiprocess Windows”. Electrolysis non è l’unica novità della versione 48, che è stata resa disponibile a partire dai primi giorni di agosto. Mozilla ha anche cambiato l’aspetto grafico della sezione dedicata alla sicurezza, con modifiche alle icone e alle schede. Oltre alle prestazioni generali, infatti, la sicurezza e la tutela della privacy sono da sempre tra i principali obiettivi dei tecnici della Volpe di Fuoco. Nell’aggiornamento alla versione 48 è stato esteso il servizio Google Safe Browsing, rendendo più sicure determinate categorie di download. Inoltre non sarà più possibile usare alcuni add-ons, nello specifico quelli privi di firma ben riconoscibile. Ancora, è stata ripensata la sezione “Esplora” delle estensioni, ha una nuova grafica e una nuova organizzazione la “Awesome Bar” e sono infine state introdotte le “Suggested Tiles”. Di cosa si tratta? In italiano potremmo tradurre il termine con “riquadri consigliati”, e li potremmo definire, in modo un po’ semplicistico, degli annunci pubblicitari evoluti. Si tratta infatti di una nuova forma di advertising, in fase ancora sperimentale, che indica all’utente quali siti potrebbe visitare, in base ai dati di navigazione raccolti. Si tratta di un sistema che non viola in alcun modo i dati personali. Le “Suggested Tiles” si possono comunque disattivare, per chi le trova fastidiose: basta abilitare la modalità “do not track” accedendo alle “impostazioni”. La versione 48 quindi permette già ad una piccola parte degli utenti di Firefox di familiarizzare con Electrolysis, nell’attesa che la tecnologia diventi di dominio comune, cosa che accaadrà probabilmente entro la metà del 2017.